Vacanza in Brasile? Si, ma dopo i Mondiali…

I campionati del mondo di calcio, in scena proprio in questi giorni nelle principali città del grande Paese sudamericano, sono una splendida vetrina per una destinazione tanto unica e bella quanto ancora abbastanza sconosciuta al grande pubblico italiano. Un luogo ricco di fascino antico e moderno, di spiagge da urlo e di monumenti imperdibili. Siamo sicuri infatti che dalla fine dei Mondiali in poi saranno tanti i clienti ad arrivare in agenzia di viaggio per capire come poter realizzare il sogno maturato davanti alla tv, ammirando le gesta della nazionale azzurra, di poter scoprire da vicino il vero volto del Brasile. Che cosa proporre loro a quel punto? Ed è Subito Viaggi, l’operatore di Roma, ha da tempo sviluppato un’ampia proposta su tutto il Sudamerica e sul Paese carioca in particolare. Sono diversi ad esempio i tour che il t.o. ha realizzato per portare i turisti italiani a dare una prima occhiata al Brasile più noto. Come “Brasile Classico”, itinerario di 8 giorni che raggiunge Salvador de Bahia, Foz do Iguassu e Rio de Janeiro. Oppure come “Brasile Coloniale”, tour di 11 giorni che alle mete precedenti unisce quelle coloniali appunto di Ouro Preto, Mariana e Tiradentes. E se la curiosità del turista è rivolta anche all’Amazzonia, verdissima e ancora misteriosa ecco “Eco Tour Amazzonia”, proposta che mette insieme visite alla città capitale della regione Manaus, dove hanno giocato anche gli Azzurri, e Cuiabà, capitale invece del Mato Grosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *