TUI Italia: un piacere ritrovare il “nostro” Egitto

“L’Egitto è sempre stato nel nostro Dna come dimostra  la nostra storia – ci ha raccontato il direttore commerciale di TUI Italia, Quirino Falessi – e oggi continuiamo a investire su una destinazione che è unica nel suo genere e che per quello non avevo dubbi che avrebbe ripreso a correre bene. In particolare a Marsa Alam stiamo puntando forte sia sul Royal Tulip Beach Resort che sullo storico Paradise Club Shoni Bay con una proposta che coniuga lo stile italiano sempre molto apprezzato con una qualità di ospitalità rinnovata secondo le più recenti richieste del mercato nazionale. A questo poi si aggiungono ovviamente le altre strutture internazionali per le quali abbiamo disponibilità grazie al nostro essere oggi parte integrante del Gruppo  TUI come filiale italiana. Poi io sono convinto che a breve ripartirà bene anche Sharm El Sheikh che è stata forse la destinazione egiziana più penalizzata: anche in questo caso vogliamo arrivare ad avere dei prodotti nostri speciali, come nel caso anche di Marsa Alam, da affiancare ai resort griffati Gruppo TUI. Questo perchè sappiamo che certe caratteristiche di italianità sono sempre molto apprezzate dalla clientela nazionale. Abbiamo poi investito molto sui voli e in particolare su quelli in partenza dagli aeroporti di Bergamo, Verona, Bologna e Malpensa, dove abbiamo i volumi di traffico maggiori. A tal proposito voglio sottolineare come siamo tornati con successo anche a proporre le Crociere sul Nilo di 7 notti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *