Trenitalia, presentato l’orario invernale

Trenitalia ha presentato oggi nella Sala Reale della Stazione Centrale di Milano l’orario invernale e le ultime novità introdotte o in via di introduzione. Saranno 7mila i treni del Gruppo in partenza ogni giorno, uno ogni 12 secondi, di cui 6.500 regionali, 297 Frecce e 108 InterCity.

L’investimento totale pianificato da Trenitalia per i prossimi 4 anni è di 58 miliardi di euro, che andranno a finanziare i 600 nuovi treni, di cui 239 in consegna entro il 2023, e il rinnovamento tecnologico e digitale (6 i miliardi stanziati per l’innovazione). Fondamentale per lo sviluppo aziendale è mettere al centro la persona, con i suoi bisogni e le sue necessità, e ciò significa investimenti mirati a recuperare il gap qualitativo nel mercato dei pendolari, che rappresentano oggi il 70% di chi viaggia scegliendo il trasporto regionale. “Il nostro modello di sviluppo ruota attorno a tre pilastri, sociale, ambientale ed economico” spiega Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale di FS Italiane “I pendolari sono al centro dei nostri investimenti attuali, per troppo tempo si sono sentiti abbandonati da noi, ma investiamo molto anche nei giovani e nel solo 2019 ne abbiamo assunti oltre 5700. Stiamo inoltre sviluppando mercati diversi da quello strettamente nazionale, partecipando a gare europee e mondiali che spesso ci hanno visti vincitori, come recentemente in Spagna e in Francia ma anche negli Stati Uniti“.

L’orario invernale vedrà il debutto di molte novità come il rientro in tarda sera da Bologna e Torino a Milano (e viceversa per quest’ultima tratta) che non è escluso possa estendersi ad altre destinazioni. Maggiore capillarità sarà garantita nelle aree metropolitane di Milano, Mediopadana, Roma e Napoli con oltre 300 fermate complessive al giorno a Milano e Roma e più di 150 fermate a Napoli. Confermati i collegamenti intermodali con i principali porti e aeroporti italiani oltre alle mete invernali e alle città d’arte collegate con FRECCIALink, che portano a 280 le mete raggiunte da Trenitalia. Due nuovi collegamenti Frecciargento collegheranno nel 2020 Venezia e Padova a Reggio Calabria, con la direttrice adriatica protagonista grazie ai nuovissimi treni Pop e Rock in consegna in tutta Italia.

“Maggior accessibilità e capillarità sono il focus delle nostre linee di sviluppo, abbiamo ascoltato le richieste dei nostri passeggeri cercando di accontentarli, e così tra Milano e Torino si potrà viaggiare anche in tarda sera, come da Bologna a Milano.” commenta Orazio Iacono, amministratore delegato di Trenitalia “Nasce inoltre l’area silenzio anche nella classe standard, oltre a quella già presente nelle business, mentre stiamo completando l’installazione del WiFI superfast su tutta la nostra flotta. Vogliamo che il viaggio venga vissuto come un’esperienza a 360° dai nostri passeggeri, un’esperienza ricca di comfort, velocità e servizi”.

Novità assoluta per gli abbonati regionali, che potranno viaggiare in 2 al prezzo di uno su tratte regionali diverse da quelle del proprio abbonamento. Nascono anche le promo Plus3 e Plus5 che consentono di viaggiare per 3 o 5 giorni consecutivi a un prezzo fisso molto conveniente, effettuando un numero illimitato di viaggi su tutti i treni regionali e metropolitani di Trenitalia.

“Nel 2019 abbiamo superato i 350 milioni di passeggeri, con un grado di soddisfazione complessivo del 94% che ci rende orgogliosi ma anche coscienti del fatto che possiamo fare ancora meglio” conclude Paolo Attanasio, direttore divisione passeggeri long haul “Vorrei inoltre ricordare che da febbraio 2020 non ci sarà più plastica monouso sui nostri treni ed abbiamo ridotto nel solo 2019 le emissioni di CO2 di 80 tonnellate. L’impegno di Trenitalia nella salvaguardia ambientale è importante e continuerà ad esserlo nei prossimi anni e in tutti i piani di sviluppo futuri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *