TREND 6/2020: Abu Dhabi, solo viaggi in sicurezza

Il Dipartimento della Cultura e del Turismo di Abu Dhabi racconta dei segnali di progresso nel settore turistico mentre l’emirato si prepara ad aprirsi gradualmente ai viaggi internazionali. I tassi di occupazione degli hotel ad Abu Dhabi sono aumentati del 3% su base annua dal 1° luglio e dovrebbero aumentare ulteriormente con il lancio di una serie di iniziative all’interno dell’emirato volte a rafforzare il settore. Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha inoltre ricevuto elogi globali per la sua risposta nell’affrontare la pandemia, nonché per come ha gestito in modo proattivo il suo impatto sociale ed economico. A sua volta, il governo locale di Abu Dhabi ha aumentato incessantemente i test per il Covid-19 e ha implementato misure rigorose, che si sono riflesse nella diminuzione dei casi, scesi a meno dell’1% nella città di Abu Dhabi.

Il Turismo di Abu Dhabi ha anche lavorato a stretto contatto nell’ultimo periodo con partner del settore e parti interessate per introdurre una serie di iniziative per aiutare gli hotel e le attrazioni culturali a riaprire. Il programma di certificazione “Go Safe” è tra le iniziative lanciate per aumentare contemporaneamente la fiducia dei consumatori e il settore turistico all’interno di Abu Dhabi. Il programma mira a regolare gli standard di igiene in tutti gli hotel di Abu Dhabi attraverso l’implementazione di una serie rigorosa di linee guida in tutte le destinazioni turistiche tra cui centri commerciali, ristoranti, musei, spiagge pubbliche, parchi a tema e altre attrazioni. Ad oggi, oltre l’80% degli hotel di Abu Dhabi ha avviato il processo per ottenere la certificazione “Go Safe”, con il W hotel e il Louvre Abu Dhabi tra i primi a ottenere la certificazione.

SFOGLIA IL NUOVO NUMERO DI TREND

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *