TAP non si ferma: ecco il Milano-Porto

Continua l’espansione del network di TAP Air Portugal in Italia. A pochi giorni di distanza dall’annuncio della nuova rotta Firenze-Lisbona operativa dal prossimo 10 giugno, TAP ora dà il via alla vendita dei biglietti anche per il nuovo collegamento Milano Malpensa-Porto. I due voli giornalieri su Porto, attivi dal prossimo 25 marzo, rafforzeranno la leadership del vettore portoghese, membro di Star Alliance, nei collegamenti fra Italia e Portogallo. Il nuovo collegamento bigiornaliero Malpensa-Porto si aggiungerà ai voli diretti su Lisbona già operati da TAP in partenza da Roma, Milano, Bologna e Venezia, e dal 10 giugno anche da Firenze. Sarà così ancora più facile visitare il Portogallo e le sue isole, l’arcipelago delle Azzorre e Madeira, e anche proseguire via Lisbona o Porto verso le tante mete TAP in Brasile, Venezuela, Africa e Nord America. Volare con TAP è anche conveniente: le nuove Branded Fares sono pensate per andare incontro alle esigenze dei passeggeri dando la possibilità di scegliere solo i servizi di cui si ha bisogno a prezzi davvero competitivi. I nuovi voli Malpensa-Porto sono in vendita a partire da 55 euro sola andata e da 98 euro andata e ritorno. “TAP crede fortemente nel mercato italiano – ha spiegato Araci Coimbra, General Manager Italia di TAP Air Portugal – e tornare a operare il Milano-Porto è una sfida vinta e la conferma che l’Italia è un Paese chiave sul quale investire. In generale poi TAP sta continuando a investire non solo in termini di network ma anche di flotta e di servizi offerti e i continui successi ottenuti nel 2017 dimostrano come la nostra visione strategica sia vincente. TAP ha chiuso il 2017 con il numero record di oltre 14 milioni di passeggeri trasportati su base annua, dato mai raggiunto prima in 72 anni di storia, per un incremento del 21,7% e un load factor dell’82,9%, 4,3 punti percentuali in più rispetto all’anno precedente. Inoltre, TAP oggi vola verso 83 destinazioni, otto in più rispetto al 2016, e in 34 paesi, quattro in più versus 2016. E questa strategia di espansione continuerà nel 2018”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *