Ryanair riprende i collegamenti da Perugia

Ryanair ha annunciato oggi la ripresa dei collegamenti da e per l’Aeroporto di Perugia, con il ripristino del volo su Catania operativo già dal 21 giugno.

Dal 1° luglio Ryanair introdurrà anche le destinazioni Londra-Stansted e Bruxelles-Charleroi (dal 4 luglio) e incrementerà la loro frequenza. La voglia di tornare a viaggiare è tanta e l’Italia risulta essere tra le destinazioni turistiche più ricercate dai visitatori europei. La ripresa dei collegamenti, oltre a sostenere l’economia e il turismo regionale da cui dipendono migliaia di posti di lavoro, offrirà anche l’opportunità di favorire i flussi di passeggeri business e leisure dall’aeroporto di Perugia verso Catania e alcune più importanti e gettonate destinazioni europee. L’operativo da e per l’aeroporto di Perugia include in tutto 3 rotte, di cui 1 nazionale – Catania – e 2 internazionali – Londra-Stansted e Bruxelles-Charleroi.

Chiara Ravara, Head of International Communications di Ryanair, ha dichiarato: “Ryanair è lieta di annunciare che verranno ripristinate 3 rotte da e per l’aeroporto di Perugia, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020. I voli su Catania sono già stati riattivati, mentre i collegamenti con Londra-Stansted e Bruxelles-Charleroi riprenderanno rispettivamente il 1° e il 4 luglio. Siamo fieri di poter riprendere i collegamenti per l’estate 2020 e di contribuire alla ripresa dell’economia e del turismo regionale, permettendo a parenti ed amici di ricongiungersi e a milioni di turisti, nazionali ed internazionali, di scoprire il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese e dell’Europa”.

Commenta Umberto Solimeno, direttore generale dell’Aeroporto Internazionale Umbria Perugia “Siamo particolarmente felici e fortunati ad aver stretto una importante collaborazione e relazione con Ryanair. Pur non essendo una base della compagnia ripartiamo, tra i primi e subito dopo la riapertura ministeriale ai voli commerciali e di linea, con quasi tutte le destinazioni che avevamo in programma nel 2020, segno di un mercato che trova le sue ragioni nella sua consolidata potenzialità. Siamo sicuri che questo, sarà foriero di altre novità che verranno annunciate ci auguriamo presto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *