NH Hotels: lavoriamo per e con l’Italia

È questo lo spirito con il quale il management della grande catena alberghiera spagnola NH Hotels opera sul mercato italiano, come ci spiega l’amministratore delegato di NH Italia José Maria Basterrechea in questa intervista esclusiva. “In Italia stiamo facendo un lavoro a 360 gradi sul nostro prodotto che segue una strategia ben precisa: completare il portafoglio della nostra offerta, ottimizando tutti gli asset grazie in particolare a un preciso focus sulla qualità del servizio e sulla redditività degli investimenti. Senza contare che questa strategia che da tre anni portiamo avanti nel Belpaese è quella vincente che poi intendiamo applicare anche su altri mercati, rinnovando e migliorando la gestione del prodotto e il prodotto stesso. Questo nonostante il 2013 sia stato un anno di trasformazione e di ristrutturazione finanziaria per il gruppo, ulteriormente validata dai dati incoraggianti rilevati durante la prima parte del 2014. È questo un anno ancora di transizione che ci porterà ad arrivare a trovare nuove efficienze nei costi: puntiamo sugli investimenti nella qualità del servizio al cliente che possano portare a sempre più alti gradi di fidelizzazione. Ne è l’esempio più importante lo svilippo della linea di alta gamma NH Collection, della quale fanno parte anche due aperture italiane: quella appena avvenuta dell’NH Collection Palazzo Barocci a Venezia e quella imminente dell’NH Collection Piazza Carlina a Torino. Insomma crediamo tanto nel prodotto Italia che ha tanto per conquistare sempre più spazio nel mercato internazionale come in quello interno che finalmente sta ripartendo. Anche perche ad esempio non bisogna dimenticare che anche il segmento Mice gioca un ruolo strategico all’interno del nostro business plan. Infine lavoriamo sempre per una strategia digitale sempre al passo coi tempi del web 2.0: prevediamo per questo a breve una notevole riduzione dei fee di agenzia e la ridefinizione, allo stesso tempo, del sito internet, attualmente in fase di upgrade al fine di introdurre nuove funzionalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *