Maldive, il “sogno italiano” che non svanisce

Il sogno. Senza scomodare certo le curiose teorie del “mitico” presentatore televisivo Gigi Marzullo, per tanti anni le Maldive, nell’immaginario collettivo del viaggiatore italiano, sono state proprio il sinonimo di sogno. Clima caldo, mare splendido, strutture di accoglienza da favola: insomma tutti gli ingredienti giusti mixati insieme per creare un prodotto turistico vincente. Oggi però il mercato italiano non è più quello del 2006 quando era il primo in classifica per gli arrivi sulle isole dell’Oceano Indiano, ma è comunque ancora molto importante anche perché per il turismo alle Maldive il bacino europeo resta più solido di quello asiatico o cinese. Come ci ha raccontanto anche Adam Mohamed, rappresentante Maldives Marketing and Public Relations Corporation, che abbiamo occasione di incontrare alla recentissima edizione della fiera TTG Incontri di Rimini. «Devo dire che per il prossimo futuro siamo ottimisti per quanto riguarda gli arrivi dal mercato italiano. Già l’anno scorso, il 2013, ha registrato una crescita dall’Italia del 2%: è vero che non stiamo parlando di numeri stratosferici ma è anche vero che il momento non lo consente e che il trend comunque positivo ci porta ad essere abbastanza fiduciosi. Non dimentichiamo certo che il pubblico italiano è sempre amante delle nostre isole e non perde occasione per dimostrarcelo: anche in questa fiera infatti abbiamo visto molto movimento ma soprattutto molto interesse nei nostri confronti. Anche da parte di importanti operatori turistici della Penisola». Siamo partiti da qui allora per creare questo speciale dedicato alle Maldive nel quale vogliamo fare un po’ il punto e allo stesso tempo testare lo stato dell’arte del rapporto tra le magiche isole dell’Oceano Indiano e il cambiato mercato italiano delle vacanze. Partendo dalla voce di un esperto come Alessandro Azzola, titolare di un operatore come Azemar che è da sempre in “prima linea” per proporre un prodotto Maldive in grado di fare colpo sul consumatore finale. «Queste fantastiche isole dell’Oceano Indiano sono da sempre la destinazione principale nella nostra programmazione. I motivi? Sono innumerevoli ma sempre gli stessi: le Maldive infatti offrono il mare più bello del mondo, un’estrema facilità nei collegamenti aerei, la mancanza di precauzioni sanitarie e la stagionalità annuale grazie a un clima favoloso. Insomma, anche quest’anno, sul mercato italiano e non solo, le Maldive restano la destinazione principe per chi ama i viaggi da sogno. Certo, per quanto ci riguarda, il lavoro si è modificato molto negli ultimi due anni. Se fino a poco tempo fa si concentrava il lavoro su poche strutture e voli charter, ora la proposta che facciamo è decisamente più frazionata. I voli di linea oramai la fanno da padrone, offrendo al mercato una serie di possibilità con partenze giornaliere, da più aeroporti italiani e con aeromobili che garantiscono comfort altissimo. E anche l’offerta di ospitalità alle Maldive è oggi tra le più varie e in grado di soddisfare ogni esigenza»…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *