La Repubblica Dominicana punta sul turismo crocieristico

Meta amatissima sempre dagli italiani appassionati di mare e sole, sempre più oggi la Repubblica Dominicana entra a far parte anche del mondo del turismo croceristico, con ben 11 compagnie di navigazione che la includeranno nei loro itinerari per il 2015. Ne abbiamo parlato con la direttrice del Turismo Dominicano in Italia, Neyda Garcia. Oltre mezzo milione di croceristi sbarcheranno quest’anno in Repubblica Dominicana, un record: che novità troveranno ad aspettarli? «Si, si tratta di un dato molto interessante che equivale a un incremento complessivo pari a un +46,41% dal 2011. Per quanto riguarda le novità che attenderanno i turisti, il nostro paese è una meta in continua evoluzione anche per l’obiettivo preposto dal nostro Presidente Danilo Medina di raggiungere i 10 milioni di turisti in 10 anni. Tutto cambia molto velocemente nell’isola in quanto vengono costruite autostrade che migliorano il collegamento con le principali aree turistiche, nuovi hotel e tante attrazioni per tutti i target, tra i quali parchi acquatici e d’avventura. Moltissimi gli eventi che movimentano l’isola, dal Carnevale all’arrivo delle balene nella Baia di Samanà fino a una competizione surf nel mese di marzo. E ancora eventi musicali, una fiera del libro, notte dei musei in capitale, diversi festival del merengue e tanto altro». Oggi, nel mercato dei Caraibi, le crociere sono un prodotto sempre più importante, anche per gli arrivi dall’Italia: come pensate di sfruttare di più questo trend? «Gli accordi con le numerose compagnie da crociera da parte del ministero centrale hanno fatto senz’altro incrementare gli arrivi nel paese a livello globale. La creazione di nuove infrastrutture, l’offerta data dai numerosi eventi sul territorio sono una risposta ai sempre più numerosi turisti che sbarcano sull’isola».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *