Israele, la nuova direttrice punta sul trade

Abbiamo incontrato ieri a Milano Kalanit Goren Perry, la nuova direttrice dell’Ufficio del Turismo di Israele in Italia. Una bella sfida quella per la manager che riceve il testimone da Avital Kotzer Adari, in un momento storico difficile per tutto il settore dei viaggi. “Sono molto contenta di essere in Italia – ci racconta la stessa Kalanit Goren Perry – e sono convinta che con duro lavoro e ingegno riusciremo a tramutare questo periodo di grande incertezza in una enorme opportunità per il futuro del turismo.

Stiamo già pensando a nuove idee per rilanciare la destinazione Israele e in particolare a proposte che riguardano le vacanze nella natura. Punteremo forte ad esempio su una meta unica come il deserto del Negev, ma anche sulla regione della Galilea e sull’area del mar Morto, tutte zone perfette appunto per stare a contatto con la natura ma comunque facilmente raggiungibili considerate le dimensioni ridotte di Israele, paese nel quale viaggiare è davvero facile”.

Kalanit Goren Perry inoltre ci spiega di puntare molto sul trade e sul rapporto con gli operatori italiani del settore. “Intanto che aspettiamo che i flussi di viaggio riaprano, credo che sia determinante mantenere alta la visibilità della nostra destinazione, in particolare sul mercato trade. Penso ad esempio a seminari di formazione e attività sui canali social, strumento fondamentale oggi anche per il b2b”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *