Irlanda, Halloween si avvicina e il Paese si prepara

Halloween si avvicina e l’Irlanda, il paese delle origini di questa tradizione, si prepara per festeggiare al meglio. Se si ripercorre la storia di Halloween fino alle sue origini, si ritorna alle nebbie dell’Ireland’s Ancient East e del festival celtico di Samhain, una grande celebrazione del fuoco e dei banchetti che ha segnato la fine della stagione della luce e l’inizio dei giorni bui dell’inverno. In questo momento di passaggio, i Celti credevano che ci fosse un’interazione tra il mondo dei vivi e quello dei morti e che gli spiriti potessero muoversi da uno all’altro. Temendo che qualsiasi loro comportamento potesse trascinarli nell’aldilà prima del tempo, i Celti usavano travestirsi con costumi per confondere e spaventare i fantasmi, le fate, i folletti e i demoni.

Per celebrare l’Irlanda come il luogo di origine di Halloween, normalmente si svolge il Festival di Púca, con un’emozionante rievocazione della luce simbolica del fuoco di Samhain, musica dal vivo e performance, incredibili installazioni luminose e altro ancora. Quest’anno, invece, i festeggiamenti saranno virtuali, con una messa in onda dell’accensione dei fuochi di Samhain prevista per il 31 ottobre. E virtuali saranno anche i festeggiamenti a Loftus Hall, nella contea di Wexford, territorio dell’Ireland’s Ancient East, ritenuto l’edificio più infestato dell’isola, nonché il luogo in cui, sotto mentite spoglie, si manifestò il Diavolo in persona. E se si desidera vedere cosa succede a Loftus Hall dopo il tramonto, ogni notte è attiva addirittura una diretta streaming da sei stanze. Il 10 ottobre, inoltre, andrà in scena uno speciale evento, anch’esso in diretta, che vedrà un team di esperti investigatori dell’occulto cercare di stabilire un contatto con gli spiriti.

Un altro famoso luogo dell’Irlana da “brividi” è stato costruito dalla famiglia Shaw nel 1625: lo storico castello di Ballygally, affacciato sulla spettacolare Causeway Coast, in Irlanda del Nord, famoso per il fantasma che abita la sua torre. Si narra, infatti, che Lady Isobel Shaw venne rinchiusa lì dal marito perché non riusciva a dare alla luce un erede maschio, ma lei, piuttosto che morire lentamente di fame, scelse di suicidarsi buttandosi dalla finestra. Oggi il castello è un albergo di lusso e molti ospiti affermano di aver visto il suo fantasma e di aver avvertito anche la presenza di altri spiriti.

Racconti di stregoneria, vendetta, rituali demoniaci e tradimenti abbondano inoltre nella bella città medievale di Kilkenny e una popolare rivista di viaggi l’ha inserita nella lista dei luoghi più infestati d’Europa. Si dice che almeno due dei suoi edifici più famosi ospitino addirittura lo stesso fantasma: lo spirito di Alice Kyteler, che, accusata di essere una strega, riuscì a fuggire dalla città, facendo sì che per equivoco la domestica fosse bruciata sul rogo al posto suo. Il fantasma di Alice, ma alcuni credono che sia quello della cameriera, è spesso avvistato alla Kyteler’s Inn, la più antica locanda di Kilkenny, fondata proprio da Alice verso il 1323.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *