In Arabia Saudita un gioiello da scoprire…

Cultura, arte, natura, storia, eventi e tanto altro: sono queste le mille esperienze racchiuse in un viaggio ad AlUla, sede del primo sito UNESCO dell’Arabia Saudita, la città nabatea di Hegra. Crocevia di numerose civiltà, la valle di AlUla è ricca delle tracce del loro passaggio: dipinti rupestri, imponenti tombe scavate nella roccia, antiche città. I Regni di Dadan, dei Lihyaniti, dei Nabatei, l’Impero Romano, la civiltà islamica: tutti hanno contribuito alla magnificenza di AlUla. Dal verde delle lussureggianti oasi, al rosso delle pietre e l’ocra della terra: sono i colori che ammaliano la vista in questo “museo a cielo aperto”.

Martinengo & Partners Communication è stata incaricata da Royal Commission for AlUla di gestire la promozione di questa antica regione dell’Arabia Saudita in Italia e nella Svizzera Italiana, con lo scopo di familiarizzare il mercato di lingua italiana con questo paese estremamente ricco di storia e cultura millenarie, paesaggi magici e tradizioni: un progetto di estrema importanza nella “Vision 2030”, il piano di sviluppo socio-economico del Regno dell’Arabia Saudita. Il settore del turismo è un pilastro fondamentale per la creazione di una nuova economia dinamica e diversificata: dallo sviluppo delle isole del Mar Rosso ai moderni parchi a tema e nel nord-ovest dell’Arabia Saudita in AlUla – il risveglio della storia e del patrimonio che abbraccia oltre 7000 anni.

In un angolo dell’Arabia Saudita nordoccidentale, circa 325 km a nord di Medina, si trova AlUla – un paesaggio desertico tanto magnifico quanto misterioso. In questo angolo remoto, si trovano i primi siti dell’Arabia Saudita Patrimonio mondiale dell’UNESCO, 131 monumenti, affioramenti di arenaria, splendidi petroglifi e disegni rupestri, dimore e monumenti storici, sia naturali che di origine umana, che custodiscono 200.000 anni di storia umana in gran parte inesplorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *