FTO: dati turismo 2020 brutti e 2021 forse peggio

“Siamo di fronte a un’ecatombe. I dati odierni dell’Istat sul settore turistico nel 2020 parlano chiaro. E purtroppo il 2021, a dispetto di certe narrazioni ottimistiche, non va molto meglio. Anzi, di questo passo il segmento del turismo organizzato, in particolare, riuscirà addirittura a far peggio, in termini di fatturato, del pur tragico 2020”. Lo dice in una nota Franco Gattinoni, presidente della Federazione Turismo Organizzato a commento delle anticipazioni odierne dell’Istituto di statistica sul conto satellite del turismo per l’Italia, che parla di -50 miliardi di euro di spesa turistica degli italiani, nel Bel Paese e all’estero, -63,7 miliardi di consumo turistico interno e -207 milioni di presenze straniere.

“Prodotti come quelli offerti da tour operator e agenzie di viaggi sono crollati, secondo Istat, del 70% l’anno scorso – prosegue Gattinoni – ma quest’anno il rosso è sempre più profondo e non riusciamo a compensare con nessun segmento: l’outgoing italiano fa segnare nel 2021 in -90% per colpa, in gran parte, di chiusure insensate e regole schizofreniche che cambiano di continuo. Anche il business travel ha perso tre quarti del suo giro d’affari e il settore eventi è sotto dell’80%. Se non si cambia rotta rapidamente in vista della fine dell’anno, il turismo organizzato italiano si attesterà su un fatturato persino peggiore del 2020, mentre Paesi come la vicina Croazia fanno segnare il record di presenze internazionali”. 

“Qualcuno ha rincarato i prezzi dei servizi per compensare la caduta dei ricavi, ma non è certo questa la strada per rendere più competitiva la nostra offerta turistica. Ecco perché fanno male i trionfalismi che pure ascoltiamo in queste ore: servono subito tavoli e misure per rilanciare davvero il settore, anche perché il turismo straniero, più di quello italiano, ci consente di lavorare tutto l’anno e dunque dobbiamo agire subito per salvare il resto del 2021”, conclude il presidente Fto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *