Diwine Fashion, serata dedicata alle eccellenze della Regione Lazio

La serata-evento Diwine Fashion, tenutasi nella magica atmosfera dell’antica dimora Sublime La Villa, ha acceso i riflettori sulle eccellenze artigianali del territorio della Regione Lazio. La cornice con vista sul Cupolone ha accolto i mondi del Fashion, Food, Wine, Music e Beauty all’interno del format che Valeria Mangani spera di poter esportare per altre realtà regionali.

“Diwine Fashion intende dimostrare come le eccellenze del Made in Italy, se valorizzate, possano riuscire con una adeguata promozione, a mettere in moto una vera e propria economia delle emozioni alla cui crescita potrebbe contribuire in modo determinante il turismo – dichiara Valeria Mangani – Basti pensare al vino, ambasciatore e promotore del turismo nel mondo”.

Hanno stimolato il palato dei presenti i piatti e i vini del territorio, provenienti dalle Cantine Coletti Conti, Stefanoni, Casale del Giglio e Azienda Agricola San Lazzaro, aziende storiche sapientemente illustrate dall’antropologo Sergio Grasso.

“Il rosso e il giallo sono i colori più usati nei costumi e sui palcoscenici del melodramma – commenta Sergio Grasso – Merito del loro essere messaggeri di emozioni che evocano l’amore, la passione, il sangue, il lusso, il potere e la ricchezza. Sono anche i colori con cui Verdi e Puccini – sublimi compositori ma anche impenitenti e raffinati gourmet – colmavano i loro calici e brindavano alla meritata fortuna delle loro opere. Tuttavia il colore non è l’unico legame tra l’opera lirica e il piacere della tavola, entrambi sublimi manifestazioni di creatività e buongusto. Tra arie da opere in chiave jazz e grandi vini laziali, haute couture e alta cucina, intriganti profumi e “gustose” divagazioni sui due compositori, Diwine Fashion vuole celebrare le sublimi manifestazioni del “buongusto” italiano con un format originale, dinamico e divertente: un prezioso strumento di promozione all’estero del più raffinato e suadente Made in Italy.” I profumi del Laboratorio Olfattivo e la musica di Cinzia Tedesco accompagnata da Stefano Sabatini al piano e Giovanna Famulari al violoncello hanno reso ancora più suggestiva l’atmosfera della serata romana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *