Destination Verona: 6 brand in 1 meta da scoprire

La Camera di Commercio di Verona ha presentato oggi il progetto Destination Verona, un’unica destinazione, un’unica provincia per sei brand: il Lago di Garda Veneto, la città di Verona, la Valpolicella, il Soave Est Veronese, la Lessinia e la Pianura dei Dogi. L’obiettivo comunicare in Italia e all’estero la provincia di Verona, quarta provincia italiana per presenze di turisti stranieri, come meta sicura, accogliente e aperta a tutte le esperienze, Open to your passions, come sottolinea il payoff.

“Si tratta di un’iniziativa volta a aiutare la ripartenza del turismo nei mesi di luglio, agosto e settembre, per sostenere le imprese veronesi interessate direttamente e indirettamente dai flussi turistici che rappresentano circa il 30% del Pil veronese (28,5 miliardi di euro). Si vuole quindi riconquistare la fiducia delle persone provenienti dai Paesi stranieri, i cui abitanti normalmente vengono nel Veronese a passare le vacanze – spiega il vicepresidente della Camera di Commercio, Paolo Tosi – L’operazione di marketing rientra in una strategia di rilancio complessiva del comparto nel quale l’ente scaligero investirà 3 milioni di euro entro il 2022. L’obiettivo principale è riposizionare la destinazione turistica Verona nei suoi mercati tradizionali, Germania e Olanda e rilanciare nel territorio un turismo di prossimità, valorizzando la destinazione Verona intesa come offerta turistica di tutta la provincia”.

E’ stata sviluppata una piattaforma digitale (www.destinationverona.travel) che presenta l’offerta turistica del territorio e che è stata pensata con lo scopo di informare e guidare, in maniera immediata e facilmente comprensibile, coloro che possono essere interessati a passare le proprie vacanze nel Veronese. Il progetto comprende anche un’iniziativa rivolta a chi visita vari luoghi della nostra provincia. Si tratta di un concorso che mette in palio una vacanza per il prossimo anno nel Veronese, e che verrà estratta fra coloro che pubblicano selfie, scattati in tre diverse località della provincia.

I brand di destination Verona offrono esperienze emozionali variegate, adatte a molteplici profili di turisti. “Profili che possiamo riassumere in tre macro categorie – conclude Silvia Nicolis, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona -: gli esperienziali, i sociali e coloro che amano coccolarsi e prendersi cura di sé. Gli esperienziali amano “mettere in pratica”, vogliono vivere la cultura, la storia, la natura, la buona cucina e lo sport. Si spostano su tutto il territorio scaligero alla ricerca di qualità, unicità o nel caso di natura e sport, emozioni forti e adrenaliniche. I sociali amano condividere esperienze tra amici o in famiglia e si concentrano sulle sponde Lago di Garda, a Verona e in Valpolicella per vivere eventi e cercare divertimento. Le famiglie stabiliscono una base di partenza dalla quale spostarsi per passare attivamente il tempo insieme su tutto il territorio veronese. Si tratta, in entrambi i casi, in prevalenza di millennials e rappresentanti della generazione X. Il turista che ama uno stile di vita slow, che si prende cura della propria mente e del proprio corpo preferisce le località termali o le spa, possibilmente in zone verdi e incontaminate, dove potersi disconnettere dal caos della vita quotidiana. Lo si trova preferibilmente nell’entroterra del Lago di Garda, in Valpolicella e in Lessinia. Si tratta in prevalenza di turisti adulti, babyboomers e di esponenti della generazione X”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *