Crociere, nel 2020 attesi oltre 30 milioni di passeggeri

Il mercato delle crociere è in costante crescita ormai da parecchi anni, e stando all’ultimo report prodotto dalla Clia (Cruise Lines International Association) anche il 2020 farà registrare nuovi record.

Lo State of the Cruise Industry Outlook rivela come le compagnie abbiano investito 22 miliardi di dollari nello sviluppo di motori, scafi e tecnologie sostenibili, in modo da ridurre le emissioni di Co2 del 40% entro il 2030, rispetto ai livelli del 2008. Il modo migliore per favorire la crescita costante del settore è investire nella sostenibilità, forti della grande richiesta e del crescente numero di navi (saranno 278 nel 2020) che solcano gli Oceani del mondo. Se nel 2009 i passeggeri delle crociere erano “appena” 17,8 milioni, nel 2020 secondo le stime di Clia dovrebbero raggiungere quota 32 milioni, stabilendo un nuovo record. Non bisogna dimenticare inoltre che il turismo crocieristico, nonostante rappresenti meno del 2% del turismo globale, ha generato 1 milione e 117 mila posti di lavoro, per un totale di 50,2 miliardi di dollari stipendi nel 2018 e un fatturato complessivo che supera i 150 miliardi di dollari.

La domanda di crociere raggiunge nuovi record e si diversifica, mentre le compagnie accelerano i loro sforzi verso sostenibilità turistica e ambientale”, commenta Kelly Craighead, presidente e AD di Clia, sottolineando come “gli armatori sono all’avanguardia nella protezione e nella tutela delle destinazioni e la coabitazione di viaggiatori e residenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *