Croazia: oltre 30 milioni di pernottamenti in agosto

Nell’agosto 2021 in Croazia si sono registrati 4,3 milioni di arrivi e 30,7 milioni di pernottamenti, ovvero il 59% in più di arrivi e il 46% in più di pernottamenti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Allo stesso tempo, i turisti stranieri hanno realizzato 26,7 milioni di pernottamenti, mentre i turisti nazionali hanno realizzato 4 milioni di pernottamenti. Rispetto ai risultati del 2019, ad agosto di quest’anno sono stati realizzati l’86 % degli arrivi e il 93 % dei pernottamenti. Le destinazioni che hanno attirato il maggior numero di visitatori sono Dubrovnik (164.000 arrivi), Spalato (160.000), Rovigno (149.000), Medulin (125.000) e Parenzo (125.000 arrivi).

Guardando ai mercati, ad agosto la maggior parte dei turisti proveniva dalla Germania (1,1 milioni), Polonia (338.000), Austria (317.000), Repubblica Ceca (250.000), Slovenia (239.000) e Italia (205.000). Di questi mercati con il maggior numero di arrivi ad agosto, rispetto all’agosto dello scorso anno, l’83% in più di ospiti è arrivato in Croazia dalla Germania, il 7% in più dalla Polonia, il 182% in più dall’Austria, il 30 % in più dalla Repubblica Ceca, 100% in più di ospiti dall’Italia. Nei primi otto mesi di quest’anno ci sono stati 10,7 milioni di arrivi e 67,9 milioni di pernottamenti in Croazia, ovvero il 56% in più di arrivi e il 43% in più di pernottamenti rispetto ai primi otto mesi del 2020. Le destinazioni più gettonate sono state Rovigno con 2,7 milioni di pernottamenti e Vir e Parenzo con 2 milioni di pernottamenti.

Alle nostre spalle c’è la parte principale della stagione estiva dove l’intero settore turistico croato ha svolto un ottimo lavoro. Abbiamo davanti a noi settimane in cui, secondo i segnali dei nostri più importanti partner e tour operator, possiamo aspettarci un traffico turistico molto buono. Per la post stagione, abbiamo preparato diverse attività promozionali per garantire un’ulteriore visibilità del nostro Paese nel mercato turistico per consolidare la Croazia come una destinazione di qualità, diversificata e soprattutto sicura in cui vengono rispettate le misure epidemiologiche prescritte”, ha detto il direttore dell’Ente Nazionale Croato per il turismo Kristjan Stanicic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *