Con Musement lo sport è un’affare d’agenzia

Musement rafforza ulteriormente il suo ruolo di tour operator nel turismo sportivo, settore che muove un giro d’affari di 5 miliardi di euro (fonte: Osservatorio Nazionale delle Filiere del Turismo) e dopo il Giro d’Italia e la Final Eight di basket 2016, annuncia la partnership con il “Macron Edinburgh Rugby Camp”, di cui Musement sarà tour operator ufficiale. Imparare i segreti del grande rugby sotto la guida dei tecnici di uno dei club più gloriosi di Scozia. Vivere l’atmosfera magica del centro sportivo del Murrayfield Stadium, uno dei templi del rugby mondiale. È quello che offre il “Macron Edinburgh Rugby Camp”, il primo per giovani rugbisti italiani tenuto in Scozia, dal 3 al 16 luglio a Edimburgo, e organizzato da Musement in collaborazione con l’agenzia di comunicazione New Col, con il patrocinio di Macron, l’azienda bolognese sponsor tecnico della federazione rugby scozzese e dell’Edinburgh Rugby. Il camp, riservato ai ragazzi dai 12 ai 17 anni, non offrirà soltanto la possibilità di affinare le proprie doti rugbistiche ma anche di seguire per 15 giorni un corso di inglese presso la prestigiosa St. Thomas of Aquins High School, tenuto da insegnanti madrelingua e articolato su vari livelli di apprendimento. Ci spiega Lorenzo De Salvo, Head of Sport Area Musement: «Il turismo sportivo non conosce crisi ma anzi vivrà un incremento ulteriore grazie un crescente numero di appassionati che viaggiano per praticare il proprio sport preferito e insieme vedere posti nuovi. Musement intercetta già da ora anche questo mercato, agendo da vero tour operator con pacchetti dedicati alle più svariate discipline. Parliamo di sport molto popolari come ciclismo e golf, ma anche di novità molto amate come il kite surf. Stiamo investendo tanto nel settore e crediamo che i numeri arriveranno»… (continua a leggere su Trend 7/2016)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *