Be2Sea porta in barca le agenzie insieme a Trusforce

La nuova partnership tra Trustoforce e Be2Sea punta a portare in agenzia un prodotto nuovo che potrebbe presto diventare un trend. Si tratta delle vacanze in barca, che l’agenzia potrà scoprire e vendere grazie all’aggregatore Be2Sea che conta giù più di 5000 barche contrattualizzate. L’accordo tra la società distributiva guidata da Gian Paolo Vairo e il comparatore di imbarcazioni a noleggio progettato da Manuel Gruni nasce per fornire al trade lo strumento ideale per permettere alle agenzie di vendere vacanze in barca a vela e a motore.

Con più di mille imbarcazioni nei porti del nostro Paese e 5mila barche presenti in oltre 500 destinazioni al mondo, Be2Sea offre un sistema di prenotazioni chiaro, semplice e immediato che permette anche agli agenti di viaggio che non hanno esperienza del mondo delle imbarcazioni, di confrontare e prenotare una vasta gamma di offerte per tutte le principali destinazioni.

Gli agenti potranno usufruire di un team di consulenti dedicato composto da Massimo Tivioli e Marco Comelli in Lombardia, Giovanni Filippi in Emilia Romagna, Claudio Fine nel Lazio e Katia Giannoccaro in Puglia. Sarà inoltre presente uno staff di back office per supportare tutte le agenzie nella scelta dell’imbarcazione migliore per i propri clienti. Sono previsti infine una serie di momenti formativi per tutti quegli agenti che vorranno approfondire la conoscenza del prodotto in modo da differenziarsi sempre di più nel panorama della distribuzione turistica.

“Sono orgoglioso di poter portare sul mercato un prodotto nuovo – dichiara il founder and ceo di TrustForce, Gian Paolo Vairo –. C’è bisogno di allargare la gamma di prodotti in Agenzia con soluzioni nuove e semplici, soprattutto alla luce dei recenti accadimenti. Con oltre 1000 imbarcazioni private nel nostro Paese possiamo coprire le richieste provenienti da ogni parte di Italia. Gli Agenti di Viaggio più ‘smart’ capiranno al volo l’opportunità che viene offerta da Be2Sea, soprattutto non appena si renderanno conto del sorprendente rapporto qualità/prezzo di una vacanza in barca”.

“La vacanza in barca privata è il futuro, una formula in costante crescita che ha ormai superato il preconcetto di una vacanza di “élite” – dichiara il founder di Be2Sea, Manuel Gruni – Per questo, abbiamo sviluppato un booking on line che consente a tutti gli agenti italiani di entrare in un segmento di mercato ancora nascosto. I clienti decideranno il dove, il come e il quando; vivranno esperienze che daranno seguito a prenotazioni “virali”: è sufficiente dare un’occhiata al sito www.be2sea.com per capire che il costo per una famiglia o un gruppo di amici non è superiore a quello di un week end di 2 notti e 3 giorni. La barca diventa quindi un’ottima alternativa per una vacanza tra privati, nell’intimità e serenità di una vacanza “a meno di un metro di distanza”. E alla domanda: che aria tira in barca? Rispondo che tira una buona aria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *