Australia, vivi le visite virtuali in attesa della riapertura

L’Australia si sta lentamente riaprendo ai flussi turistici, il governo australiano ha delineato un piano nazionale di tre fasi per allentare le restrizioni imposte per contenere il coronavirus. Le restrizioni sugli spostamenti e sulle distanze sociali non saranno immediatamente abolite ovunque, ogni stato e territorio avanza a un ritmo che si adatta al meglio alla propria situazione individuale. Tourism Australia ha creato una Mappa per aiutare l’industria del settore e i privati a navigare tra le restrizioni di viaggio e le aperture dei confini interstatali. Dal lancio della scorsa settimana, la mappa ha avuto più di 12.000 visite uniche alla pagina con oltre 15.000 interazioni.

Nel frattempo è possibile vivere una parte dell’Australia stando comodamente a casa, grazie agli strumenti pensati da Tourism Australia. Ad esempio Sydney Opera House porterà nelle case di tutto il mondo i suoi popolari tour del teatro e anche del dietro le quinte. Partecipando a questa visita accompagnata dall’esperta guida Declan, che in 10 minuti rivela le storie di questo edificio iconico attraverso la storia, scoprirete anche l’incredibile architettura e gli aneddoti. Inoltre, attraverso il programma digitale From Our House to Yours  lanciato a inizio pandemia permette di assistere a incontri, concerti, letture di poesie e spettacoli di danza. Questo programma è nato per mantenere vivo il sentimento di cultura, per ispirare, educare e intrattenere le comunità locali e globali, in questo periodo di chiusura al pubblico.

E poi la Darwin Aboriginal Art Fair (DAAF), la famosa fiera no profit di arte aborigena, per quest’anno, si terrà in digitale dal 6 al 14 agosto 2020. Il festival, alla sua 14° edizioni, verrà trasmesso su www.daaf.com.au/  e tramite i suoi canali social. Gli artisti aborigeni dell’Australia e dello Stretto di Torres si collegheranno alla piattaforma insieme ai curiosi spettatori e agli amanti dell’arte. I visitatori virtuali saranno ammaliati da un vivace programma digitale fatto di performance culturali, laboratori artistici e dimostrazioni, lezioni di cibo aborigeno, workshop e un progetto di arte collaborativa per bambini. Verrà inoltre trasmesso la consueta Inaugural National Indigenous Fashion Awards, un momento nel quale vengono premiati gli stilisti aborigeni dell’Australia e dello Stretto di Torres che hanno realizzato i migliori capi innovativi ed etici; questa momento sarà trasmesso sul grande schermo e sui canali social. Infine verrà creato anche un nuovo portale per consentire alle persone di tutto il mondo di acquistare l’arte direttamente dai centri d’arte aborigena, il 100% delle vendite verrà dato a questi centri e alle comunità aborigene interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *