Alpitour, al via lo smart working in tutte le sedi

Alpitour introdurrà a partire dal mese di maggio lo smart working in tutte le proprie sedi, un’innovazione che permetterà ai dipendenti di poter lavorare mediamente un giorno alla settimana da casa, rendendo più semplice il bilanciamento tra impegno lavorativo e vita privata. Il progetto, a cui l’azienda lavora da più di un anno, ha vissuto una fase di sperimentazione durata 9 mesi nell’area dell’operativo vendite di Torino, con circa 100 persone coinvolte, che si è conclusa positivamente sia per la soddisfazione dei collaboratori coinvolti che ne hanno confermato il riflesso positivo per la loro vita privata, sia in termini di risultati aziendali.

“L’introduzione dello smart working è solo un aspetto di un cambiamento culturale più profondo che l’azienda sta realizzando da anni ricorrendo ad un confronto costante con i propri collaboratori attraverso indagini di clima aziendale e introducendo un sistema di valutazione delle performance che responsabilizza ciascuno sui propri risultati avendo obiettivi condivisi e misurabili” commenta Christian Catiello, direttore organizzazione di Alpitour.

L’avvio dello smart working segna una tappa fondamentale a livello organizzativo per Alpitour e comporta anche un investimento rilevante a livello tecnologico. L’azienda ha infatti dotato tutti gli oltre 800 collaboratori coinvolti degli strumenti adeguati per garantire la piena operatività e la consueta qualità dei servizi firmati Alpitour, anche lavorando a turno da casa. L’avvio del progetto smart working prevede una parallela attività di formazione intesa a promuovere e diffondere politiche di condivisione e collaborazione, grazie ai nuovi strumenti tecnologici sempre più efficienti per l’organizzazione del lavoro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *